Questo sito utilizza cookie tecnici allo scopo di permetterne il corretto funzionamento,  nel totale rispetto della privacy dei dati personali dell'utente, secondo le normative vigenti. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento o link acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni
Clicca qui

BiElleCartography.com - Mappe cittadine, Cartografie comunali, Guide turistiche, Mappe comunali, Mappe, Cartografie, PubblicitĂ , Grafiche pubblicitarie
TestataSito BiElleCartografie
Schio Blank

Comune di Schio

Via Pasini,33

36015 Schio, (VI)

Tel.0445 691111

www.comune.schio.vi.it

Email: info@comune.schio.vi.it

Blank

Schio è una città di circa 39.000 abitanti in provincia di Vicenza, situata a 200 m s.l.m. ed è costituita da varie frazioni:  Liviera, Cà Trenta, Giavenale, Magrè, Monte Magrè, Piane, Poleo, Sacro Cuore,  Santa Croce, Santa Trinità,  Tretto.
L'etimologia del nome Schio deriva da scledum, termine latino medievale che si riferisce ad una pianta della famiglia della quercia o anche ad un luogo impiantato a querce.
La città di Schio da segni della sua presenza fin dall'epoca preistorica e poi preromanica e romanica.  I segni presenti di età tardo antica e del primo medioevo sono scarsi,  vi è invece ampia testimonianza della presenza longobarda dalla metà del V secolo al tempo in cui Schio apparteneva al Ducato di Vicenza.  La nascita del comune risale con ogni probabilità a poco dopo l'anno 1200 e dopo non molto tempo passò sotto il dominio dei conti Maltraversi,  quindi di Ezzelino da Romano,  poi degli Scrovegni e dei Lemici quando passò sotto il dominio di Padova.
Subentrarono quindi all'inizio del 1300 gli Scaligeri,  e gli scledensi subirono in questa occasione la devastazione del territorio da parte dei padovani.
Dopo alterne vicende arrivò il periodo visconteo (fino agli inizi del 1400),  cui ebbe seguito quello al servizio della Serenissima.
Con la distruzione dell Repubblica Veneta e con il trattato di Campoformio (1797),  Schio passa sotto la dominazione prima francese e poi asburgica. È da notare come sotto queste dominazioni l'attività nel settore laniero fu considerata concorrenziale con quella nazionale,  cosa che comportò il quasi totale annullamento di questa attività industriale.
Tra le industrie laniere spicca soprattutto la Lanerossi,  fondata da Francesco Rossi già nel corso del primo ventennio dell'800,  ma sviluppata soprattutto da suo figlio Alessandro che la fece divenire la più importante industria laniera al mondo dell'epoca.  Per il grande sviluppo dell'industria laniera Schio fu definita la Manchester d'Italia.
Schio fu direttamente coinvolta nelle operazioni di guerra nel corso della prima guerra mondiale e fu centro di un movimento partigiano piuttosto importante nel corso della seconda.

Blank

SCHIO COPERTINA

Blank

SCHIO RETRO

Blank

INSERZIONI PUBBLICITARIE SCHIO

Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni Inserzioni